News » Non Categorizzato

“Breve storia che ogni bambino può leggere a un vignaiolo indipendente e viceversa” ha vinto la quinta edizione del Premio Biblioteca Bruno Lunelli “Un Libro Di Vino”

Importante riconoscimento per il libro scritto da Davide Longo con le illustrazioni di Guido Scarabottolo, edito da Corraini Edizioni in collaborazione con FIVI.

“Breve storia che ogni bambino può leggere a un vignaiolo indipendente e viceversa. Abbecedario per vignaioli e aspiranti tali” scritto da Davide Longo con le illustrazioni di Guido Scarabottolo, ed edito da Corraini Edizioni in collaborazione con FIVI, Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, ha vinto la quinta edizione del Premio Biblioteca Bruno Lunelli “Un Libro Di Vino”.

La giuria della quale fanno parte Marcello Lunelli presidente, Carla Bernini, Antonio Calabrò, Oscar Farinetti, Eliana Liotta, Chiara Maci, Matteo Marzotto, Claudio Rinaldi, Alessandro Saviola, Andrea Segrè e Fabio Tamburini, scrive nelle motivazioni che «indipendentemente da ogni considerazione sull’indipendenza, chiunque voglia sapere chi sono, come si comportano e a cosa mirano i vignaioli qui raccontati e a che valori si ispira il loro lavoro non può prescindere da questo simpatico librino, tale soltanto per il formato».

Il Premio letterario è promosso dalla Biblioteca Bruno Lunelli, fondata da Franco e Marcello Lunelli a Villa Margon, sulle colline di Ravina di Trento. Dedicato alla memoria di Bruno Lunelli, figura chiave della viticoltura trentina, che acquistò l’azienda da Giulio Ferrari nel 1902, ha una cadenza annuale ed è destinato a un libro di contenuto scientifico o letterario – edito in Italia e dedicato ai vini nazionali – nel quale il protagonista sia il vino.

Il libro è un racconto brillante e ironico su che cosa ispira chi vuole diventare Vignaiolo, guidando il lettore alla scoperta di questo antichissimo mestiere attraverso un simbolico “Abbecedario” per Vignaioli o aspiranti tali. Con il sorriso, inventiva e molta fantasia, Longo e Scarabottolo riescono a comunicare a chi legge non solo l’amore e la passione per il vino, ma anche il desiderio di custodire, proteggere e promuovere il territorio a cui il Vignaiolo appartiene. Il tutto con una scrittura sognatrice e che induce al sorriso, accompagnata da illustrazioni delicate e quasi primordiali (come d’altronde lo è il vino).

Iscriviti alla newsletter